IL GIOCO DEL DIPINGERE di Arno Stern

PREZZO 20€ -  spedizione gratuita

IN LIBRERIA DA FEBBRAIO 2013

La nostra memoria ha una portata limitata. Cosa ricordiamo dei primi anni della nostra vita? Cosa sappiamo di un avvenimento importante come la nostra nascita? E dei mesi che l’hanno preceduta, quando il nostro organismo si è costruito?

Esiste una memoria, nella quale sono registrate le nostre sensazioni embrionali, che sfugge a qualunque indagine della ragione: la Memoria Organica. E noi possediamo, senza averlo provato, il mezzo d’espressione di questa memoria, la Formulazione – un codice strutturato e universale, che si svolge secondo leggi proprie. Ma nessuno ha potuto farne l’esperienza prima della creazione del Closlieu, l’unico luogo in cui si realizzano le condizioni necessarie perché l’individuo si abbandoni a quest’atto spontaneo.

Nato con l’intento di stabilire un lessico del Gioco del Dipingere, adottando talvolta anche nuovi termini, l’ultimo libro di Arno Stern è diventato una sorta di enciclopedia del Gioco del Dipingere. Il Closlieu, la Tavolozza, il ruolo del Servente, la Formulazione e gli elementi che la compongono, il resoconto dei viaggi compiuti dall’autore presso popolazioni non scolarizzate nel deserto, nella Savana, nella Foresta Vergine, ciò che differenzia il Gioco del Dipingere dalla creazione artistica, sono oggetto di altrettanti capitoli. Completamente nuove le pagine dedicate alla presenza di tracce della Formulazione in opere dell’arte medievale e del Rinascimento.

Il Gioco del Dipingere, senza dubbio l’opera più completa di Arno Stern, è scritta con il linguaggio semplice e appassionato di chi da decenni assiste quotidianamente al rinnovarsi di una manifestazione insita nell’essere umano.

 Arno Stern (Kassel, 1924) Dopo un’esperienza come educatore in un istituto per orfani di guerra, dove fa dipingere i bambini, apre il suo primo Atelier di Pittura a Parigi, nel 1949. Testimone attento della Formulazione – oggetto di una nuova disciplina, la Semiologia dell’Espressione – da decenni Stern illustra la propria esperienza in conferenze e dibattiti e tiene corsi di formazione in tutto il mondo. Nel 1987 crea l’I.R.S.E. (Istituto di Ricerca in Semiologia dell’Espressione). Tra i suoi libri pubblicati in Italia Il Closlieu. Il chiostro dei colori (Moretti&Vitali), Dal disegno infantile alla Semiologia dell’Espressione (Armando) e Felice come un bambino che dipinge (Armando).

I commenti sono chiusi.