LA COMPLESSITÀ DEL CRIMINE: tra libertà e determinismo

Qual è l’apporto che le neuroscienze possono offrire al mondo forense e alla società?

Al di là dei progressi e degli sforzi della ricerca, ad oggi sopravvivono interrogativi affascinanti riguardo al funzionamento del nostro cervello in riferimento all’esperienza, alla ragione, alla volizione, alle emozioni e alla personalità.

Le neuroscienze e la genetica paiono in prima linea nel tentativo di illuminare il cammino verso le risposte anelate. Nel procedere, però, si trovano a dover risolvere ulteriori enigmi che sottendono a delicati interrogativi etici, rischiando di rimanere imprigionate in contrapposizioni apparentemente insuperabili.

Il dualismo cervello-mente, l’antinomia determinismo-libero arbitrio, le tensioni tra libertà individuali e sicurezza pubblica, il confronto tra consequenzialismo e retributivismo, la possibile deriva verso un neolombrosismo e una nuova frenologia, i possibili rigurgiti di darwinismo sociale e i timori suscitati dalla genetica comportamentale, sono solo alcuni degli insidiosi temi trattati, citando i molti studi e le rare sentenze nel tentativo di rispondere al quesito iniziale.

Maurizio Paganelli si è specializzato in Medicina Legale all’Università di Genova. Attualmente è dirigente medico presso la ASL MI1. Ha pubblicato sulle principali riviste di medicina legale italiane e conseguito un Master in Psicopatologia Forense e Criminologia Clinica presso l’Università San Raffaele di Milano con una tesi sulle neuroscienze.

Raffaella Zanardi è psichiatra responsabile dell’unità funzionale dei Disturbi dell’Umore dell’ospedale San Raffaele di Milano. Specializzata in Criminologa Clinica, è coordinatrice scientifica e docente al Master in Psicopatologia forense e criminologia clinica dell’Università Vita-Salute San Raffaele e docente al Corso di Perfezionamento in Criminologia e Psicopatologia Forense presso la Cattedra di Criminologia dell’Università degli Studi di Milano. E’ autrice di numerose pubblicazioni mediche scientifiche nazionali ed internazionali.

Cristina Colombo è professore associato di Psichiatria alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e primario dell’unità per la cura dei Disturbi dell’Umore dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Dirige il Master in Psicopatologia forense e Criminologia clinica che si tiene presso la medesima Università.

PREZZO 18€

DISPONIBILE DA GIUGNO 2013

I commenti sono chiusi.